+39 02 62690471

Parchi eolici e occupazione

Fabbrica Energie Rinnovabili Alternative replica su scala nazionale l’esperienza di successo del parco eolico “Cinque Stelle” (Stella, Savona), premiato come esempio virtuoso di integrazione tra infrastrutture e territorio.
Con le proprie realizzazioni, FERA ha contribuito al raddoppio della produzione di energia eolica in Liguria con rilevanti benefici in termini di occupazione (2 nuovi occupati ogni nuovo aerogeneratori installato)

Parchi eolici che non siano solo centrali di produzione elettrica ma che diventino patrimonio delle realtà locali e volani di sviluppo dell’economia e dell’occupazione del territorio. Questa è da sempre la filosofia di FERA, tra i primi sviluppatori di impianti eolici del mercato italiano e operatore attivo in diverse tecnologie per la generazione di energia da fonti rinnovabili, tra cui il solare termodinamico ad alta temperatura (CSP, Concentrated Solar Power) e l’idroelettrico.
FERA, tra le aziende leader nella produzione di energia da fonte eolica in Liguria, ha recentemente raddoppiato la produzione di energia eolica in Liguria. Con l’entrata in funzione dei due nuovi parchi a Pontinvrea (parco “La Rocca”, 3,2 MW) e a Cairo Montenotte (“Valbormida”, 4,8 MW), entrambi in provincia di Savona, che si aggiungono al parco eolico “Cinque Stelle” nel comune di Stella (SV), il numero degli aerogeneratori installati nella Regione Liguria è infatti passato da 9 a 18.
Gli impianti di FERA contribuiscono alla riduzione dei gas serra e puntano all’autosufficienza energetica delle comunità locali, creando opportunità di crescita economica per il territorio ospitante, anche attraverso l’occupazione di nuove risorse.
L’approccio di FERA, infatti, si basa sull’integrazione verticale delle numerose attività di progettazione, realizzazione e gestione dei parchi eolici: grazie all’internalizzazione di tutti i processi, FERA sviluppa competenze e figure professionali innovative e rafforza il trend positivo registrato nello sviluppo di nuova occupazione stabile (2 nuovi occupati diretti per ogni nuovo aerogeneratore installato e 3 indiretti).
Si tratta di un trend allo stato attuale in linea con le previsioni sulle ricadute occupazionali dell’eolico in Italia, secondo quanto affermato da una ricerca sviluppata da Anev, in collaborazione con Uil (“Il potenziale eolico e suoi possibili risvolti occupazionali al 2020”). In base a questo studio, infatti, il settore eolico presenta ricadute occupazionali significative e il suo sviluppo in Italia porterebbe, al 2020, a innalzare a circa 66 mila unità gli occupati nel segmento (tra diretti e indiretti), per una previsione di MW installati pari a circa 16.200.
Il modello di sviluppo eolico di FERA ha trovato la sua prima applicazione con il parco “Cinque Stelle”, grazie al quale il Comune di Stella è stato insignito del Premio PIMBY-Please In My Back Yard 2007 dall’associazione omonima per “aver contribuito a dimostrare come infrastrutture e tutela dell’ambiente si possono conciliare quando si tengono in particolare considerazione gli equilibri ambientali e l’armonia del paesaggio”. Nel 2008, il Comune ha ottenuto altri due premi nazionali, con il medesimo riconoscimento di efficienza del processo realizzativo del parco in collaborazione con FERA: “Io vivo sostenibile” 2008 (Sarzana) e Klimaenergy Award 08 (Bolzano).
L’impianto eolico di Stella, costituito da tre aerogeneratori da complessivi 2,4 MW di potenza, è stato progettato con una particolare attenzione al rispetto degli equilibri ambientali e dell’armonia del paesaggio. La fase di progettazione ha previsto un monitoraggio rigoroso su avifauna e chirotteri, un’attenta valutazione degli impatti visivi e specifiche azioni di rinaturalizzazione delle aree di cantiere.
Per coinvolgere la cittadinanza nel processo decisionale e per renderla partecipe dei benefici derivanti dal progetto, FERA ha promosso un tavolo di confronto con la Regione Liguria e il Comune di Stella per la definizione del miglior lay-out di progetto. La società si è fatta promotrice di un’opera di sensibilizzazione e formazione presso i cittadini di Stella per approfondire la conoscenza del luogo, e ha realizzato all’interno del parco un percorso ecologico volto a diffondere la conoscenza delle fonti energetiche rinnovabili e a valorizzare il territorio.
FERA si è fatta inoltre promotrice nel Comune di Stella di numerose iniziative didattiche, ricreative e formative, che hanno visto il coinvolgimento delle scuole locali (più di 1000 bambini hanno già visitato il parco) e di associazioni sportive e ambientaliste.