+39 02 62690471

La Rocca inaugura nel Global Wind Day

Grande successo di pubblico al primo evento nell’ambito della Giornata Mondiale del Vento 2009: l’inaugurazione del parco eolico “La Rocca”, di Pontinvrea (SV)
Con l’entrata in funzione del parco, la capacità nazionale complessiva del comparto eolico supera i 4.000 MW

Pontinvrea (SV). Si è svolta questo pomeriggio, la cerimonia d’inaugurazione del parco eolico “La Rocca” a Pontinvrea, in provincia di Savona. Oltre 600 persone da tuta italia hanno partecipato all’evento testimoniando le sensibilità della gente nei riguardi dell’energia eolica.
La popolazione di Pontinvrea, dei comuni limitrofi, ha partecipato con grande entusiasmo all’iniziativa, vissuta come una vera e propria festa d’inizio estate nello spazio condiviso del parco eolico. Ma si è registrata un’importante affluenza anche di turisti e visitatori di altre province della Liguria (Genova, Imperia, Savona), del Piemonte e della Lombardia.
Il parco eolico vissuto come bene durevole del territorio: questo il tema portante dell’evento, che è stato occasione di incontro e approfondimento anche per chi, distante dai crinali ventosi dell’Appennino Ligure, ha voluto conoscere una tecnologia che valorizza le opportunità di sviluppo economico del Nord Italia nella logica dell’autosufficienza energetica nazionale e della salvaguardia ambientale.
L’inaugurazione si colloca all’interno delle numerose iniziative promosse da ANEV (Associazione Nazionale Energia del Vento, www.anev.org) nell’ambito della Giornata Mondiale del Vento, alla sua prima edizione nel 2009. Quest’anno, infatti, l’EWEA (European Wind Energy Association) e il GWEC (Global Wind Energy Council), si uniranno per coordinare il ‘Wind Day’: il 15 giugno, cinque continenti saranno uniti da eventi, convegni, feste e concorsi per celebrare e promuovere questa fonte di energia pulita ed infinita.
“La Rocca”, è il secondo parco eolico realizzato in Liguria da FERA, tra i primi sviluppatori di impianti eolici del mercato italiano e operatore attivo in diverse tecnologie per la generazione di energia da fonti rinnovabili (in particolare, il CSP, Concentrated Solar Power, ovvero solare termodinamico a concentrazione ad alta temperatura), ed è collocato a poca distanza dal primo, il parco eolico “Cinque Stelle”, nel comune di Stella (Sv).
I quattro aerogeneratori Enercon E53 dell’impianto hanno una potenza complessiva di 3,2 MW e una produzione annua stimata di 6.500 MWh, che corrisponde al fabbisogno degli abitanti del comune ospitante. Grazie all’energia elettrica generata dall’impianto il comune di Pontinvrea supera ampiamente gli obiettivi del Protocollo di Kyoto, e si eviterà l’emissione in atmosfera di circa 660 tonnellate di gas serra.
Emissioni evitate di gas serra

Inquinante CO2 SO2 NOx CO CH4 Idrocarburi (TEP/anno)
t/anno 2.810 1,36 1,37 0,71 0,10 1.174

Con l’impianto inaugurato oggi, e il nuovo parco eolico “Valbormida” di prossima inaugurazione nel comune di Cairo Montenotte (SV), FERA ha raddoppiato la produzione di energia da fonte eolica della Liguria. Gli aerogeneratori installati nella Regione sono infatti passati da 9 a 18. Con l’entrata in funzione di questo impianto, collegato alla rete il mese scorso, la capacità eolica installata in Italia ha superato i 4.000 MW.
L’inaugurazione del parco eolico ha voluto rappresentare un’importante occasione per la diffusione di una corretta cultura sull’eolico, in linea con l’ampliamento del piano energetico ambientale della Regione Liguria che prevede un aumento della potenza di energia eolica a 120 MW.

Con questa manifestazione – ha dichiarato Cesare Fera, Presidente di FERA – abbiamo voluto far conoscere alla comunità locale e, in generale, il più vasto pubblico di chi è sensibile ai temi dell’ambiente e delle risorse energetiche del Paese, alle potenzialità offerte dalle rinnovabili, in particolare da questo tipo di impianti. I nostri parchi infatti oltre a produrre energia nel rispetto dell’ambiente, costituiscono anche una risorsa stabile per il territorio ospitante, in grado di creare reali opportunità di crescita culturale, economica e occupazionale in ampie zone del Nord Italia”. “La Rocca rappresenta un modello che FERA promuove a livello nazionale, – ha proseguito Cesare Fera – con un piano di sviluppo che prevede la realizzazione di 200 aerogeneratori entro il 2012”.

Alla cerimonia d’inaugurazione dell’impianto sono intervenuti il Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, l’Assessore regionale all’Ambiente Franco Zunino, il Presidente della Comunità Montana del Giovo Anselmo Biale e il Sindaco di Pontinvrea Cesare Oddera.

Nel corso della giornata, dopo il simbolico varo del parco con il lancio della bottiglia, si sono svolte diverse iniziative, organizzate da FERA con lo scopo di mettere in evidenza la reale sostenibilità degli impianti eolici, i benefici a vantaggio dell’ambiente e il contributo apportato alle comunità ospitanti in termini economici e sociali.

Il vento come risorsa per l’ambiente e l’occupazione è stato al centro della tavola rotonda “Eolico in Liguria. Una valida alternativa?”, a cui hanno partecipato Stefano Sarti (Presidente Regionale di Legambiente Liguria) e Pierangelo Massa, Segretario generale UIL Liguria.

Suggestiva la testimonianza di Patrizia Traverso, la fotografa del vento che ha recentemente per Sperling & Kupfer, “Buon Vento”, un libro di immagini e parole ispirato al vento e alla sua forza. Luisa Colzani, dell’organizzazione non governativa COOPI – Cooperazione Internazionale ONG Onlus, ha in ultimo presentato il progetto SCCMA (Sara Canizzaro Child Minders Association) di cui FERA è sostenitore attraverso il programma “Un mulino adotta un bambino” (un’adozione a distanza per ogni aerogeneratore installato, per contribuire con una relazione durevole alla scolarizzazione e alla formazione professionale dei bambini etiopi). Il programma “Un mulino adotta un bambino” è stato avviato da FERA nel 2007, con la sua prima installazione: il parco eolico di Tocco da Casauria (Pescara). Con il parco “La Rocca” e il parco “Valbormida”, FERA ha stabilito a oggi un legame a distanza con 15 bambini etiopi.

Numerosi commercianti di Pontinvrea e Sassello hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa e hanno predisposto una degustazione di prodotti gastronomici dell’entroterra savonese.
La manifestazione è proseguita con la performance dell’Associazione Albatros e con la premiazione degli studenti delle scuole primarie di Pontinvrea le cui proposte per il logo del parco sono risultate vincitrici. La giornata si è chiusa con il concerto della jam session band Eolic Bros.