+39 02 62690471

In funzione le torri eoliche più potenti della Liguria

FERA inaugura Naso di Gatto, il parco eolico con i più grandi aerogeneratori della Regione
Naso di Gatto, Savona. Il 5 maggio Fabbrica Energie Rinnovabili Alternative ha inaugurato le quattro torri del parco eolico Naso di Gatto, ospitato, nel savonese, da tre Comuni: Savona, Cairo Montenotte e Albisola Superiore.
Gli aerogeneratori scelti da FERA sono veri e propri gioielli tecnologici: efficienti e silenziosi, gli Enercon E-82, hanno una potenza nominale di 2,3 MW, per complessivi 9,2 MW installati. In base alle stime, Naso di Gatto produrrà 25.000 MWh annui di elettricità, corrispondenti al fabbisogno elettrico annuo di 8.000 nuclei domestici. Consistenti i benefici per l’ambiente: 10.700 tonnellate annue di CO2 non immessa in atmosfera e 4.500 TEP annui di idrocarburi risparmiati (che, estesi sulla vita del parco, equivalgono a quattro superpetroliere Haven evitate).
Naso di Gatto è inserito in un’area boschiva del tipico paesaggio dell’entroterra ligure. Il progetto, in linea con la filosofia di FERA, è stato realizzato con l’obiettivo di integrare al meglio l’impianto con l’ambiente, il paesaggio e il territorio, minimizzando ogni possibile impatto. Parte della viabilità interna al parco interessa un tratto dell’Alta Via dei Monti Liguri di cui FERA cura il ripristino post operam valorizzandone il valore paesaggistico e favorendone la percorribilità.
Naso di Gatto è stato costruito sul territorio che per primo, in Italia, ha accolto l’ingresso di Napoleone Bonaparte e delle idee che, grazie a lui, hanno portato una ventata di modernizzazione sociale e culturale. Come Napoleone due secoli fa, Naso di Gatto apre oggi alla modernizzazione e all’innovazione. Finanziato dalle due più grandi banche di Francia e Italia, e realizzato con tecnologia tedesca, Naso di Gatto rappresenta una nuova visione pacifica, innovativa ed ecologica, dell’unione dell’Europa.
Ancora una volta, FERA ha realizzato un impianto che si inserisce nel territorio valorizzandolo. L’attenzione di FERA all’integrazione dei suoi parchi eolici è stata premiata da prestigiosi riconoscimenti nazionali (PIMBY, Klimaenergy Awards). Ma se ne è occupata anche la stampa internazionale: il parco eolico realizzato da FERA a Tocco da Casauria (Pescara) è balzato agli onori della prima pagina del New York Times per raccontare di un’Italia virtuosa e orientata alla salvaguardia dell’ambiente e del territorio (Elisabeth Rosenthal, “Ancient Italian Town Has Wind at Its Back”, New York Times, 29 settembre 2010).
Presenti all’inaugurazione il Presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, gli assessori Renata Briano e Renzo Guccinelli, i Sindaci di Savona e di Cairo Montenotte Federico Berruti e Fulvio Briano.
Hanno partecipato all’evento anche Guido Corradi, Vicepresidente di Cariparma, e Franco Zunino, Presidente dell’Associazione “Alta Via dei Monti Liguri”. Per Legambiente, è intervenuto il Vicepresidente Nazionale Edoardo Zanchini.