+39 02 62690471

FERA e il territorio

I parchi eolici di FERA patrimonio delle realtà locali per la diffusione di una cultura della sostenibilità energetica     

Parchi eolici che non siano solo centrali di produzione elettrica ma che diventino patrimonio delle realtà locali: questa è da sempre la filosofia di FERA, fondata nel 2001 da un gruppo di giovani e intraprendenti ingegneri e ormai leader nel Nord Italia nella produzione di energia da fonte eolica.
Tutti i progetti di FERA sono in linea con il Protocollo d’Intesa “Per la promozione dell’eolico in Italia e una sua corretta integrazione nel paesaggio” firmato da Legambiente e dall’ANEV e con il Protocollo d’intesa tra il Ministero dell’Ambiente e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali “Per favorire la diffusione delle fonti rinnovabili con criteri idonei a salvaguardare i beni storici, artistici, architettonici, archeologici, paesaggistici ed ambientali”.
FERA, infatti, crede fortemente nel ruolo che l’eolico giocherà nella lotta ai cambiamenti climatici, ma è in prima linea contro i “mostri” eolici. Sviluppare il settore delle energie cosiddette alternative, significa certamente utilizzare fonti alternative (non più idrocarburi ma fonti rinnovabili) ma anche standardizzare un approccio alternativo, che preveda precisi interventi ante e post operam dedicati alle esigenze della popolazione, alle particolarità dell’ambiente e del paesaggio, al tessuto economico, alle opportunità educative e di sensibilizzazione.
Il Parco Eolico “5 Stelle”, progettato, realizzato e gestito dalla FERA a Stella (SV), è un esempio virtuoso di progettazione (foto 1 e 2). Questa piccola centrale eolica è stata progettata e sviluppata con un occhio particolarmente attento al rispetto degli equilibri ambientali e dell’armonia del paesaggio: un monitoraggio su avifauna e chirotteri rigoroso e prolungato, un’attenta valutazione degli impatti visivi e specifiche azioni di rinaturalizzazione delle aree di cantiere.
Per coinvolgere la cittadinanza nel processo decisionale e per renderla partecipe dei benefici derivanti dal progetto, FERA ha promosso una tavola di negoziazione con la Regione Liguria e il Comune di Stella per la definizione del miglior lay-out di progetto, ha intervistato gli abitanti per approfondire la conoscenza del luogo e ha realizzato all’interno del parco un percorso ecologico volto a diffondere la conoscenza delle fonti energetiche rinnovabili e a valorizzare il territorio (foto 3).
Il 29 novembre 2007 è stato consegnato al Comune di Stella il primo premio PIMBY per l’attenzione alla tutela dell’ambiente e alle infrastrutture sostenibili dimostrata con l’appoggio alla realizzazione del parco eolico. Il Premio PIMBY-Please In My Back Yard è il riconoscimento rivolto a progetti particolarmente virtuosi per la promozione del dialogo tra le amministrazioni pubbliche e la cittadinanza. La motivazione della giuria è stata la seguente: Per aver contribuito a dimostrare come infrastrutture e tutela dell’ambiente si possono conciliare quando si tengono in particolare conside-razione gli equilibri ambientali e l’armonia del paesaggio”.
Tutti i progetti della FERA, in studio o in fase di realizzazione, prevedono forme di valorizzazione (didattica, ricreativa, naturalistica, conservativa, preventiva ecc.) studiate sulle particolarità e necessità del territorio. Per esempio: la realizzazione di un bivacco autogestito lungo l’Alta Via dei Monti Liguri, l’installazione di videocamere per l’osservazione e lo studio ornitologico, la realizzazione di un sistema di telecontrollo degli incendi, piste di mountain bike ecc. Scopo di questi interventi è quello di fornire servizi utili che al contempo incentivino la popolazione e i turisti a frequentare i siti dei parchi eolici, affinché si rafforzi il legame con il territorio e si creino occasioni culturali che promuovano la conoscenza delle energie rinnovabili e la condivisione del rispetto per l’ambiente.
FERA interpreta il legame con il territorio che ospita le sue installazioni eoliche come un’inesauribile opportunità di sensibilizzazione all’ambiente. In questa direzione vanno le recenti iniziative di cui si è fatta promotrice nel Comune di Stella: un bando nelle scuole del Comune per la realizzazione del logo del parco eolico (foto 4), il coinvolgimento dei bambini e delle autorità locali nelle opere di ripiantumazione (foto 5), la conferenza sul minieolico (18 giugno), il recente Trofeo FERA, la gara nazionale di bocce che si è svolta a Stella (29 luglio), la gara di tiro con l’arco al campetto della Reverdita, sotto l’impianto eolico (14 agosto).